Visitare Cracovia ed i suoi Musei

Cracovia, antica città della Polonia, ancora oggi conserva il più considerevole patrimonio artistico e culturale della nazione. A Cracovia già nell’anno 1000 era sorto il borgo, la Basilica Mariacki ed il Castello del Wawel, chiamato così perchè costruito sulla omonima collina. Il Castello nel 1138 divenne la residenza riconosciuta ufficialmente del Ducato di Cracovia, poi, in seguito, dopo il XIII secolo la città fu eletta capitale del Regno di Polonia, instaurato da poco. Durante questo periodo, ed in particolare con Kazimierz Wielki (Casimiro il Grande), divenne il punto di riferimento culturale ed artistico, attirando tantissimi artisti umanisti e scienziati in particolare dalla Germania e dall’Italia. Ai giorni nostri Cracovia è definita una delle città più interessanti d’Europa e la sua piazza centrale, Rynek Głòwny con tutto il centro storico, nell’anno 1978 è stato posto sotto la tutela dell’UNESCO come Patrimonio Mondiale dell'Umanità. E’ chiaro che, con questa storia alle spalle, a Cracovia si annoverano decine di importantissimi musei sia artistici che storici. Per i nostri viaggiatori elenchiamo alcuni dei musei più interessanti da visitare.


UNESCO

Innanzi tutto di elevato interesse segnaliamo il Museo Nazionale di Cracovia (Muzeum Narodowe w Krakowie), che è l’unità più importante di tutto il Museo Nazionale della Polonia; si suddivide in diverse sezioni ognuna delle quali ospitate in diversi palazzi storici ubicati nella zona centrale della città ad eccezione del Palazzo principale collocato al di fuori del centro storico.

 

La damaTra tutte le sezioni appartenenti al Museo Nazionale di Cracovia evidenziamo il Museo Czartoryski (Muzeum Czartoryskich) che, tra l’altro è uno dei maggiori musei della Polonia (purtroppo ancora in restauro dopo alcuni anni di lavoro). All’interno varie esposizioni d’arte egizia, romana, etrusca e greca oltre a collezioni di armature, alabarde, dipinti italiani, olandesi e fiamminghi.                                                                                     

Il Museo Czartoryski è anche noto per l'esposizione del dipinto, attribuito a Leonardo, "La dama con l’ermellino" e due tele di Rembrandt, "Paesaggio con il buon Samaritano" e "Paesaggio prima della tempesta". Ancora oggi, il quadro di leonardo è visibile presso il Castello del Wawel.

 

 

 

astroIn ul. Jaggiellońska, al numero 15, è invece situato il Collegium Maius dell’Università Jagellonica (Muzeum Uniwersytetu Jagiellońskiego), una struttura in cotto e pietra risalente al 1492/1497 che vanta di essere uno dei più antichi edifici universitari perfettamente conservati, in Europa. La visita a questo museo permette di ammirare moltissimi strumenti scientifici ed astronomici tra cui quelli usati da Mikolaj Kopernik, in italiano Niccolò Copernico, il pregiatissimo astrolabio datato 1054, ed il mappamondo d’oro su cui, agli inizi del 1510 fu per la prima volta nella storia, riportato il nome e la carta geografica dell’America.

FarmaciaInoltre in ul. Floriańska 25, è possibile visitare il Museo della Farmacia, "Collegium Medicum".  Il museo, gestito dalla Facoltà di Farmacia dell’Università Jagellonica rappresenta uno dei modelli unici al mondo di questo genere. L’esposizione delle collezioni è davvero notevole spaziando dai reperti che ci raccontano la Storia della Farmacia sin dal Medioevo sino ai contenitori, mortai, attrezzature di laboratori farmaceutici medioevali, materie prime di farmaci ed altri interessanti oggetti. Interessantissimo è l’ambiente ricreato all’interno che rappresenta un vecchio laboratorio farmaceutico 

corredato di tutte le bottiglie e botti dei liquori e vini terapeutici ed i vecchi locali destinati al deposito ed essiccazione delle erbe mediche.

centrum kulturyAncora, da segnalare, l’Acquario e Museo di Storia Naturale (Muzeum Przyrodniczego Instytutu Systematyki i Ewolucji Zwierząt PAN), ul. Sebastiana 9, considerato il posto più esotico della Polonia dove sarà possibile ammirare un acquario ricco di specie rare di pesci, anfibi, rettili tropicali ecc.;

il Centro di Cultura Ebraica (Centrum Kultury Żydowskiej) – ul. Meiselsa 17, la galleria d’arte di cultura ebraica più famosa della Małopolska (regione Piccola Polonia), con esposizioni di artisti ebrei polacchi ed artisti di cultura ebraica provenienti da tutto il mondo;

il Centro Cultura Internazionale (Międzynarodowe Centrum Kultury) -  Rynek Główny 25 - inaugurato nel 1991 durante la Conferenza CSCE a Cracovia, con lo scopo di strutturare una rete di progettazioni culturali internazionali al fine di  dare impulsoalla diffusione dei valori universali della civiltà europea, anche in considerazione che Cracovia, nel 1995, fu insignita, dal Consiglio d’Europa, insieme ad altre città di diverse parti del mondo, del titolo di Città Europea della Cultura per l’anno 2000;

il Museo Archeologico (Muzeum Archeologiczne) – ul. Kanonicza 19, è il museo archeologico più antico della Polonia. Nato nel 1850 come Museo dell’Antichità, oggi le collezioni storiche sono state trasferite al Museo Nazionale mentre sono presenti le raccolte dedicate alla Preistoria ed al periodo dell’Alto Medioevo della regione e le collezioniriferite ai monumenti archeologici della storia della Polonia. (redazione)

 

 

banner orizz